Musiche nelle cattedrali d’Europa tra’500 e ’600

Commissionato dalla Diocesi di Trivento nell’ambito del progetto “Europa: tesoro del passato, speranza del futuro”, il concerto propone un programma in piena armonia con le finalità della notevole iniziativa culturale diocesana: un florilegio di musiche, vocali e strumentali, che dia ragione delle tante diversità e ricchezze di culture che sono a fondamento della nostra Europa.
Abbiamo immaginato il viaggio (musicale) di un viaggiatore che, tra la fine ‘500 e i primi decenni del ‘600, partendo dalla Roma di Palestrina attraversa vari paesi di un continente in pieno conflitto politico e religioso, visitandone le cattedrali e assistendo alle musiche che vi si eseguono: la cattolicissima Spagna (Victoria), l’Inghilterra ormai anglicana di Elisabetta (Tallis), la protestante Olanda (Sweelinck), la Germania sanguinante tra evangelici e cattolici (Lutero, Schütz, Hassler), l’Italia settentrionale delle città quali Venezia, Verona, Mantova (Monteverdi, Asola, Viadana), culturalmente al loro apice ma che, istituendo i “ghetti” ebraici (Salomone Rossi), compiono il primo ignobile atto che contribuirà alla tragica shoah di quel popolo.
Ai due estremi – non casualmente – un mottetto di Costanzo Festa che piange la scomparsa di una regnante dalla statura “europea” quale fu, appunto, Anna di Bretagna (1477-1514) e uno Charpentier che ci farà lasciare i tormenti del Rinascimento per portarci alla luce del Re Sole.

Programma di Sala

Costanzo Festa (1485/90 –1545) Quis dabit oculis
mottetto in 3 parti a 4 voci SATB
Giovanni Pierluigi da Palestrina
(c. 1525-1594)
Jesu, Rex admirabilis
mottetto a 3 voci SAT/B
Tomás Luis de Victoria (1548-1611) Versa est in luctum
mottetto a 6 voci SSATTB da Officium defunctorum
Thomas Tallis (c. 1505-1585) Salvator mundi
mottetto a 5 voci SAATB
Jan Pieterszoon Sweelinck (1562-1621) Variazioni per organo su “Mein junges Leben hat ein End” SwWV 324
Martin Luther (1483-1546) Ein feste Burg ist unser Gott
corale
Heinrich Schütz (1585-1672) Meister, wir haben die ganze Nacht gearbeitet,
SWV 317
a 2 voci e b.c.  da Kleine geistliche Konzerte II
Hans Leo Hassler (1564-1612) Cantate Domino
motteto a 4 voci SATB
Giovanni Matteo Asola (1424-1609) O vos omnes
MOTTETTO a 3 voci SSA
Salamone Rossi “Ebreo” (c. 1570-1630) Sonata Quarta detta “sopra l’Aria di Ruggiero”
da Terzo libro de varie sonate, Venezia 1623
Claudio Monteverdi (1567-1643) Nigra sum
solo e b.c. dal Vespro della Beata Vergine, 1610
S. Rossi “Ebreo” Sonata detta “La moderna”
da Il terzo libro de varie sonate […], 1613
S. Rossi “Ebreo” Shir hamma’a lot
mottetto a 5 voci SATT(Q)B
S. Rossi “Ebreo” Sonata Terza detta “sopra l’Arie della Romanesca”
da Terzo libro de varie sonate, 1623
Ludovico Grossi da Viadana (1564-1627) Exultate justi
motteto a 4 voci SATB
Marc-Antoine Charpentier (1643-1704) Salve puerule
per “dessus”, strum. e coro a 4 voci SATB
da In nativitatem Domini Nostri Jesu Christi canticum

Testi

Quis dabit oculis (C. Festa)

Quis dabit oculis nostris fontem lacrymarum et plorabimus die ac nocte coram Domino?
Britannia, quid ploras? Musica sileat.
Francia, cur deducta lugubri veste moerore consumeris?

Heu, nobis Domine, defecit Anna!
Gaudium cordis nostri conversus est in luctum;
cecidit corona capitis nostri.

Ergo ululate pueri, plorate sacerdotes,
lugite cantores, plangite nobiles et dicite:
Anna requiescat in pace.

Chi darà ai nostri occhi

Chi darà ai nostri occhi una fontana di lacrime per poi piangere giorno e notte davanti al Signore? Bretagna, perché piangi? Che la musica taccia! Francia, perché ti sei strappata le vesti e ti consumi nel dolore?

Ahimè, Signore, Anna è morta!
La gioia nei nostri cuori si è trasformata in lutto;
la corona è caduta dal nostro capo.

Dunque, gridate di dolore fanciulli, lamentate sacerdoti, siate in lutto cantori, piangete nobili e dite: Anna, riposa in pace.

Jesu Rex admirabilis (G.P. da Palestrina)

Jesu, Rex admirabilis
Et triumphator nobilis
Dulcedo ineffabilis
Totus desiderabilis.

Mane nobiscum Domine
Et nos illustra lumine
Pulsa mentis caligine
Mundum reple dulcedine.

Te saeculorum Principem,
Te, Christe, regem gentium,
Te mentium, Te cordium
unum fatemur arbitrum.

Gesù, Re meraviglioso

Gesù, Re meraviglioso
E trionfatore fra i nobili
Dolcezza ineffabile
Interamente desiderabile

Rimani con noi Signore
e mostraci la luce
scaccia la nebbia dalla mente
riempi il mondo di dolcezza.

Tu, Principe dei secoli,
Tu, Cristo, re delle genti,
Tu con le menti, tu con i cuori
Professiamo unico sovrano.

Versa est in luctum (L. T. de Victoria)

Versa est in luctum cithara mea,
et organum meum in vocem flentium.
Parce mihi Domine,
nihil enim sunt dies mei.

[La mia cetra] è in lutto

La mia cetra versa nell’afflizione
E la mia lira è un pianto.
Perdonami, Signore,
perché i miei giorni sono il nulla.

Salvator mundi (T. Tallis)

Salvator mundi, salva nos,
qui per crucem et sanguinem redemisti nos,
auxiliare nobis, te deprecamur, Deus noster.

Salvatore del mondo

Salvatore del mondo, salvaci
Tu che attraverso la croce e il tuo sangue ci hai redenti,
aiutaci, ti preghiamo, nostro Dio.

Ein feste Burg ist unser Gott (M. Luther)
Scarica la partitura

Ein feste Burg ist unser Gott,
Ein gute Wehr und Waffen.
Er hilft uns frei aus aller Not,
Die uns jetzt hat betroffen.
Der alt böse Feind,
Mit Ernst er’s jetzt meint.
Groß Macht und viel List
Sein grausam Rüstung ist.
Auf Erd ist nicht seinsgleichen.

Il nostro Dio è una solida fortezza

Il nostro Dio è una solida fortezza
E’ il nostro scudo, la nostra arma.
Ci libera da tutte le difficoltà
Che ci hanno afflitto.
L’antico perfido demonio,
adesso fa sul serio:
La scaltrezza e la furbizia
Sono le sue armi mortali
E sulla terra egli non ha eguali.

Meister, wir haben die ganze Nacht gearbeitet (H. Schütz)

Meister, wir haben die ganze Nacht gearbeitet
und nichts gefangen;
aber auf dein Wort will ich die Netze auswerfen.

Maestro, abbiamo lavorato la notte intera

Maestro, abbiamo lavorato la notte intera
e non abbiamo pescato nulla;
ma di’ una parola, e io rigetterò le reti.

Cantate Domino (H. L. Hassler)

Cantate Domino canticum novum;
cantate Domino omnis terra.
Cantate Domino, et benedicite nomini ejus;
annuntiate de die in diem salutare ejus.
Annuntiate inter gentes gloriam ejus;
in omnibus populis mirabilia ejus

Cantate al Signore

Cantate al Signore un canto nuovo, 
cantate al Signore da tutta la terra. 
Cantate al Signore, benedite il suo nome, 
annunziate di giorno in giorno la sua salvezza. 
In mezzo ai popoli raccontate la sua gloria, 
a tutte le nazioni dite i suoi prodigi.

O vos omnes (G. M. Asola)

O vos omnes qui transitis per viam:
attendite et videte si est dolor similis sicut dolor meus.

O voi tutti

O voi tutti che passate per la via:
fermatevi, e vedete se esiste un dolore simile al mio dolore.

Nigra sum (C. Monteverdi)

Nigra sum sed formosa filia Jerusalem
Ideo dilexit me Dominus
Et introduxit me in cubiculum suum
Et dixit mihi: surge amica mea et veni
Jam hiems transiit, imber abiit et recessit
Flores apparuerunt in terra nostra
Tempus putationis advenit.

Sono nera

Sono nera, ma bella figlia di Gerusalemme
Perciò il Signore mi ha scelta
E lui mi ha portato nelle sue stanze
Ed egli mi ha detto: Alzati, amica mia, e vieni.
Ecco, l’inverno è passato, la pioggia se n’è andata,
i fiori sono apparsi nei campi,
il tempo del giudizio è giunto.

Shir hamma’a lot (Salamone Rossi)

Shir hamma’a lot.
Ashre kol y’re adonai haholech,
Haholech bidrachav yagia kapecha
ki tochel ashrecha v’tovlach
Esht’cha k’gefen poriya b’yark’tei veite
Cha banecha kishtilei zeitim saviv l’shulhanecha.
Hinnechi chen y’vorach gaver y’re Adonai
Y’varech’cha Adonai mitsiyon ur’ehb’tuv
Y’rushalayim kol y’mei hayecha.
Ur’eh vanim l’vanecha
Shalom al Yisrael.

Beato chi teme il Signore

Beato chiunque teme il Signore
e cammina nelle sue vie!
Allora mangerai della fatica delle tue mani,
sarai felice e prospererai.
Tua moglie sarà come vigna fruttifera, nell’intimità della tua casa;
i tuoi figli piante d’olivo intorno alla tua tavola. Così sarà benedetto l’uomo che teme il Signore.
Il Signore ti benedica da Sion!
Possa tu vedere la prosperità di Gerusalemme
tutti i giorni della tua vita.
Possa tu vedere i figli dei tuoi figli.
Che la Pace sia su Israele.

Exsultate, justi, in Domino (L. Grossi da Viadana)

Exsultate, justi, in Domino;
rectos decet collaudatio.
Confitemini Domino in cithara;
in psalterio decem chordarum psallite illi.
Cantate ei canticum novum;
bene psallite ei in vociferatione.

Esultate, o giusti

Esultate, o giusti, nel Signore;
la lode s’addice agli uomini retti.
Celebrate il Signore con la cetra;
salmeggiate a lui con il saltèrio a dieci corde.
Cantategli un cantico nuovo,
suonate bene e con gioia

Salve puerule (M. A. Charpentier)

Salve puerule, salve tenellule,
o nate parvule quam bonus es.
Tu coelum deseris, tu mundo nasceris,
nobis te’ut miseris assimiles.

O summa bonitas! Excelsa deitas
Vilis humanitas fit hodie.
Aeternus nascitur, immensus capitur
et rei tegitur sub specie.

Virgo puerpera, beata viscera
Dei cum opera dent filium.
Gaude, flos virginum, gaude, spes hominum,
fons lavans criminum proluvium.

Salve, fanciullo

Salve fanciullo, salve tenerello
O piccolo neonato, come sei caro.
Hai lasciato i cieli, sei nato nel mondo
Per renderti simile a noi miseri.

O somma bontà! Eccelsa divinità
Oggi divenuta vile umanità
E’ nato l’Eterno, è giunto l’Immenso
Ed è nascosto sotto il manto della colpa.

Vergine puerpera, beato il tuo ventre
A cui Dio con la sua opera ha dato un figlio.
Gioisci, fiore delle vergini, gioisci, speme dell’umanità,
fonte che lava l’abbondanza dei nostri peccati.

libera traduzione e adattamento Barbara Bolognesi, Walter Pili

Please follow and like us: